in

Mutui casa, arrivano buone notizie dall’Europa

Settembre potrebbe essere un buon mese per chi ha un mutuo o per chi vuole accenderne uno. Le condizioni potrebbero mutare nuovamente soprattutto dopo le novità annunciate dal presidente della Bce Mario Draghi. Dal taglio dei tassi sui depositi presso l’Eurotower al nuovo Quantitative Easing sono molte le novità che riguardano sia chi ha già attivo un mutuo o un prestito, che gli aspiranti mutuatari italiani.

Secondo un’analisti condotta da Facile.it e Mutui.it, l’annuncio di un nuovo Quantitative Easing per una durata indefinita, insieme alla volontà della Bce di mantenere i tassi “ai livelli attuali o più bassi” fino all’avvicinamento dell’obiettivo inflazionistico (2%) è una buona notizia per tutti coloro che hanno già sottoscritto un finanziamento.

“Chi ha un mutuo variabile potrà continuare a godere delle condizioni estremamente favorevoli del mercato per un periodo ancora più lungo di quanto non ci si aspettasse anche solo qualche giorno fa”, sottolinea Ivano Cresto, responsabile mutui di Facile.it. “Chi ha un mutuo a tasso fisso, invece, potrebbe approfittare di una nuova finestra per surrogare il proprio finanziamento e ridurre così il peso degli interessi. Guardando ai tassi attuali, chi ha sottoscritto un mutuo a gennaio 2019, surrogandolo oggi potrebbe risparmiare 500 euro l’anno di interessi”.

Vota l'articolo!
[Totale: 2 Media: 5]

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Comments

comments

Mutui casa on line, le novità e le offerte di settembre

Mutui casa, tassi a nuovi minimi storici