in

Con i nuovi tassi di interesse “stangata” di oltre 500 euro l’anno sui mutui

Roma, 14 settembre 2022 – La Bce ha alzato i tassi di interesse dello 0,75 per cento, che vanno ad aggiungersi al precedente aumento di 0,50, portando il livello all’1,25 per cento. L’aumento dei tassi Bce non avrà effetti sui mutui a tasso fisso già esistenti, ma potrebbero averne per i nuovi contratti e, soprattutto, per i mutui a tasso variabile. 

Per il Codacons, l’aumento dei tassi d’interesse di 0,75 punti deciso dalla Bce rappresenta una “mazzata” per le famiglie italiane che hanno acceso un mutuo a tasso variabile. Ipotizzando un mutuo da 150mila euro a 25 anni – una delle tipologie più richieste in Italia – e nel caso in cui l’aumento del tasso venga traslato interamente sul finanziamento, la rata mensile passerà dagli attuali 590 euro a 643 euro, con un incremento di +53 euro al mese, +636 euro all’anno.

Su un mutuo da 200mila euro, sempre a 25 anni, la rata mensile passerà da 787 euro a 858 euro, +71 euro al mese, +852 euro all’anno – spiega il Codacons.

Vota l'articolo!
[Totale: 0 Media: 0]

Mortgage application para sa mga Dayuhan: ang Maikling Gabay